Crea sito

Patch Adams cos’è la medicina?

“Sono un medico, ma soprattutto mi considero un attivista per la pace, la giustizia e la cura di tutte le persone.”(P.A.) Ha avviato un istituto per rendere il mondo più giocoso e amorevole. Nel film di Tom Shadyac del 1998 “Patch Adams”, Robin Williams interpreta un dottore che pensa che il gioco faccia parte della guarigione. Il film inizia con un Adams suicida in un istituto psichiatrico che scopre una nuova visione della vita. Fa ripetutamente scherzi alla sua scuola di medicina e avvia una piccola clinica gratuita dove fa il pagliaccio con i pazienti. Nella sua clinica, i medici non parlano con le infermiere e la solitudine è trattata come una condizione grave che può causare depressione e altri sintomi psichiatrici. La missione di Patch Adams – Il film è basato su un uomo veramente esistito. Il film (che è in parte un fatto vero, in parte finzione) termina con Adams a pochi anni dalla scuola di medicina, il vero Adams ha continuato la sua missione. “Stupido,” disse una volta al suo io più giovane. “Non ucciderti, fai la rivoluzione.” In effetti, Patch, come preferisce essere chiamato, sta ancora cercando di raccogliere fondi per costruire l’ospedale dei suoi sogni, un luogo in cui medici e custodi hanno stipendi simili, dove tutto è comune e dove i pazienti sono trattati con divertimento e amore, non solo pillole e interventi chirurgici. Vuole creare un modello per gli ospedali ovunque. Ma per ora ha un pezzo di terra in West Virginia, il sito del suo futuro ospedale. Su di esso, gestisce il Gesundheit Institute e la School for Designing a Society, organizzazioni che si concentrano sul rendere il mondo più giocoso e amorevole. Le persone possono essere coinvolte in programmi a breve termine in cose come la medicina sociale e l’avvio di progettazioni. Possono anche fare viaggi da clown, dove Patch e altri clown vanno in luoghi come ospedali, scuole e persino zone di guerra per offrire allegria. “Mi sono tuffato nell’oceano della gratitudine e non ho mai trovato una spiaggia”, mi ha detto Patch. Secondo lui, se una persona ha da mangiare e un amico, non ha bisogno di lamentarsi. Benefici per la salute dalla natura – Non che pensi che il mondo sia perfetto. Patch pensa che la mancanza di connessione con la natura sia un enorme problema di salute. “Guardare la natura in TV mostra quanto siamo disconnessi”, ha detto. Patch spera che il suo ospedale ispiri gli altri a seguire i propri sogni. Vuole unire le persone per la pace e la giustizia per tutti gli esseri viventi e la natura. Fa parte di una comunità che crede lo stesso. Susan Parenti, drammaturga, musicista e moglie di Patch, ha recentemente scritto “STOP That”, un’opera teatrale sul tentativo di fermare tutto e concentrarsi sul cambiamento climatico. I due credono che l’arte possa creare un vero cambiamento sociale. Il clown, dice Patch, gli dà un tipo speciale di accesso alle persone. “Ho avuto due presidenti in mutande”, mi ha detto. “Non puoi farlo con un vestito.” Il vero Patch è molto più rivoluzionario della sua controparte cinematografica e immagina una società molto più equa. Anche se fare il pagliaccio può essere giocoso, i nasi rossi e gli abiti divertenti nascondono qualcosa di importante. “Dicono che la carta dei tarocchi più forte sia lo sciocco”, ha detto Patch. “Lo sciocco è l’unica persona che può prendere in giro il re e non essere decapitato.” Il presidente Reuven Rivlin e sua moglie hanno ospitato mercoledì la cerimonia di premiazione del Premio Danielle — Guarigione col cuore del 2017 presso la loro residenza ufficiale. Un premio speciale è stato assegnato anche all’omonimo dottore immortalato nel film del 1998 Patch Adams dal compianto Robin Williams. Il Premio Danielle, assegnato a 12 medici e infermieri impiegati nelle unità di oncologia ospedaliera in Israele, riconosce gli sforzi del personale medico ospedaliero che si distingue per la compassione e la cura che accorda ai suoi pazienti. Questo è il secondo anno consecutivo del premio. Il premio viene assegnato alla memoria di Danielle Sonnenfeld, una volontaria dell’Unità di Oncologia dello Schneider Children Hospital, morta due anni fa in un incidente d’auto.Il dottor Patch Adams, un medico americano che ha aperto la strada al concetto di pagliacci ospedalieri per portare gioia ai pazienti sofferenti, ha ricevuto il Premio Danielle in riconoscimento dei suoi sforzi per tutta la vita a favore dei pazienti che promuovono la causa della guarigione con il cuore in tutto il mondo. “Essere un buon medico è più che comprendere solo la scienza della medicina; Significa comprendere la scienza dell’essere umano “, ha osservato il presidente Rivlin durante l’evento. “La medicina, per quanto avanzata possa essere, che manca di compassione, devozione, bontà di cuore e amore per l’umanità è gravemente carente. “Un buon medico è più di un semplice professionista esperto; è uno che manifesta integrità personale e dedizione. Un buon medico è colui che cura il paziente, non solo la malattia. È stato Maimonide a dire che la malattia del corpo e dell’anima deve essere trattata insieme, e un buon medico vede ogni paziente come uno e solo, speciale “. Dopo aver ricevuto il suo premio, il dottor Patch Adams ha dichiarato: “Non riesco a immaginare un premio più bello di un premio dato per la compassione. È una cosa che potrebbe salvare il mondo. È un grande onore essere chiamato “compassionevole”. “Ho fatto il pagliaccio in 83 paesi. Le persone hanno fame di amore in tutto il mondo. Per me fare il pagliaccio è un trucco per avvicinare l’amore. Come clown posso fare cose che le persone sono troppo spaventate dall’amore per permetterti di fare. Secondo la mia esperienza, l’amore e la compassione possono curare; sono veri antidolorifici. “(dal Premio Danielle 2017: Trad.ne L.S.) Mio fratello maggiore ed io eravamo bambini nella seconda guerra mondiale. La carriera di papà era nell’esercito e ha combattuto tutta la seconda guerra mondiale e la Corea. Siamo cresciuti in basi militari, fuori dagli Stati Uniti durante il tempo di pace e negli Stati Uniti durante la guerra. I nostri ultimi sette anni con lui furono in Germania, dove morì nel 1961. Fu così danneggiato dalle sue esperienze di guerra che non riuscì a connettersi con me. Non avevo padre. Mia madre era straordinaria. Ci amava. Era un’insegnante e mi ha nutrito con tutti i miei interessi, dandomi autostima e rendendomi un uomo creativo e amorevole che si prendeva cura delle persone. Dopo la morte di mio padre siamo tornati in Virginia e sono stato inserito in una scuola tutta bianca dove mi sono subito confrontato con la bruttezza della segregazione. Mi sono messo nei guai con i miei compagni di classe e sono stato picchiato per aver resistito al razzismo che mi circondava. Ero uno strano ragazzo. Nella mia tarda adolescenza sono stata ricoverata tre volte perché non volevo vivere in un mondo di così tanta violenza e ingiustizia. Tutto è cambiato nell’ultimo ricovero in cui ho deciso che invece di togliermi la vita, avrei fatto una rivoluzione (d’amore). A 18 anni ho scoperto il mio desiderio di servire l’umanità attraverso la medicina e ho preso l’impegno con me stesso di non avere mai un’altra brutta giornata. Ho deciso di essere felice. Ho lasciato l’ospedale e ho perseguito un paio di progetti mentre lavoravo per la mia laurea in medicina. Per prima cosa, volevo uscire e coinvolgere il mondo come questa anima felice. Ho iniziato a fare il pagliaccio in pubblico e da allora l’ho fatto tutti i giorni. In secondo luogo, ho deciso di placare la mia sete di conoscenza studiando tutto ciò su cui potevo mettere le mani. Per diventare uno strumento di pace, giustizia e cura ho letto migliaia di libri. Avevo bisogno di capire per poter creare soluzioni. Mi sono interessato al pensiero di interi sistemi, cercando modi per integrarlo con i concetti di comunità ospedaliera emersi nella scuola di medicina. Nella mia immaginazione ho immaginato un ospedale comune di eco-villaggio che avrebbe affrontato tutti i problemi del modo in cui l’assistenza sanitaria veniva fornita in un unico modello. L’ho scritto in un articolo nel marzo 1971 e questa è stata la base di quello che divenne il Gesundheit Institute. Ho incontrato mia moglie, Linda, durante il mio ultimo anno di facoltà di medicina (Medical College of Virginia, classe 1971). È stata determinante nei primi anni di funzionamento dell’ospedale e non riesco a immaginarlo senza di lei. Insieme abbiamo avuto due figli, Atomic e Lars. Con un fantastico gruppo di amici abbiamo creato il Gesundheit Institute , un modello di ospedale pilota, che abbiamo gestito per dodici anni fuori dalla nostra casa comune. Siamo sempre stati aperti a qualsiasi tipo di problema. La nostra politica era: 1) nessun addebito 2) nessun rimborso dell’assicurazione sanitaria 3) nessuna assicurazione per negligenza 4) colloquio iniziale da 3 a 4 ore con il paziente 5) casa come ospedale 6) integrazione di tutte le arti curative 7) integrazione della medicina con le prestazioni arti, arti e mestieri, natura, agricoltura, istruzione, ricreazione e servizio sociale 8) la salute del personale è importante quanto la salute del paziente. Lo abbiamo fatto per 12 anni e abbiamo visto migliaia di pazienti. L’esperienza è stata incantevole. Purtroppo siamo stati così radicali che non siamo riusciti a trovare finanziamenti. Il personale stesso ha pagato per esercitarsi. Nel 1984 ci siamo resi conto che non potevamo continuare a operare in questo modo. Avevamo bisogno di una struttura. In questo contesto abbiamo deciso di diffondere il progetto e ho iniziato a fare conferenze di presentazione. Global Outreach – Negli ultimi 28 anni, ho creato 50 presentazioni in 70 paesi. Ho parlato in 90 scuole di medicina negli Stati Uniti e in molte altre in tutto il mondo. Negli ultimi due decenni sono stato in giro per 200-300 giorni all’anno. Nel 1985, ho portato un gruppo di persone a fare un viaggio da clown in quella che allora era l’Unione Sovietica. Equipaggiati con abiti colorati e compassionevole, abbiamo visitato ospedali, orfanotrofi, case per anziani e abbiamo fatto solo pagliacci per strada. Da allora, questi viaggi sono stati parte integrante della diffusione globale di Gesundheit . Oltre a tornare in Russia ogni anno, ci sono stati viaggi di clown in tutti gli angoli del mondo, comprese visite a zone di guerra, campi profughi e siti di disastri naturali. Abbiamo anche costruito cliniche e una scuola in alcuni dei luoghi che abbiamo visitato. Vado su sei o sette di questi viaggi all’anno. Sono il lavoro di guarigione più dolce che riesco a fare mentre aspetto l’ospedale. Vado su sei o sette di questi viaggi all’anno. Sono il lavoro di guarigione più dolce che riesco a fare mentre aspetto l’ospedale. Dopo essermi separato da mia moglie nel 1997, mi sono immerso nel lavoro per far costruire il nostro ospedale. Diversi anni dopo è uscito il film sulla mia vita, “Patch Adams”. Pensavo che avrebbe costruito il nostro ospedale, ma non è stato così. Tuttavia, ha portato molta più visibilità al nostro progetto e ha aperto molte meravigliose porte a nuove direzioni da perseguire per Gesundheit. 20 anni fa sono diventato uno studente della School for Designing a Society e nel tempo ho scoperto la passione per l’insegnamento. Nell’estate del 2011 abbiamo iniziato la costruzione del nostro primo grande edificio, un Teaching Center in West Virginia. Questo ci permetterà di vedere i pazienti ancora una volta, oltre a fornire uno spazio per insegnare la progettazione del sistema sanitario. Nell’eccitazione per questo momento, ho scelto di trasferirmi a Urbana, Illinois, per vivere con la mia amata Susan, che è stata e continua ad essere una precisa mentore per me. Negli ultimi anni ho avuto l’opportunità di lavorare insieme ai miei figli e fratello, Wildman, e la vita non potrebbe essere migliore di così. Tutto questo in speranzosa preparazione per il sogno di un folle ospedale gratuito. La mia vita è stata una danza con l’umanità. (dal sito del Gesundheit Institute. Trad.ne L.S.) Negli ultimi mesi ho avuto il privilegio di incontrare molte delle persone che dedicano la loro vita a vivere con gli altri qui a Champaign-Urbana. Persone che credono che attraverso il coinvolgimento attivo, la condivisione di esperienze, lo stare seduti con le differenze, insieme, possiamo diventare il cambiamento di cui abbiamo così disperatamente bisogno – iniziando in piccolo e talvolta partendo da quelle cose di cui godiamo collettivamente. Qui, durante il gioco, possiamo riunirci per imparare con risate e immaginazione. Ovviamente, la dedizione alla convivenza con gli altri è un lavoro, e anche lo spettacolo può essere un lavoro, specialmente negli sforzi radicali dell’attore, scrittrice e attivista locale Susan Parenti. Entrando nella casa di Parenti e del suo collaboratore Dr. Patch Adams, ho subito avuto la sensazione che stesse accadendo qualcosa, e che qualcosa stesse accadendo da tempo. Questo qualcosa era evidente negli oggetti che curiosamente trascinavano i miei occhi da una stanza all’altra. La prova era nella danza del mio intrigo. Le prove erano nell’aria. Sapevo che questo posto aveva delle storie. Sapevo che Susan Parenti aveva delle storie. Ero ansioso di ascoltare. Naturalmente, nella mia testa, le storie immaginate sono iniziate nel momento in cui ho iniziato a camminare per il cortile e continuano a giocare nella mia mente oggi. Cosa stava succedendo qui? Ero curioso, molto curioso, e lo sono ancora. Quel giorno ho avuto la fortuna di sedermi e ascoltare Parenti parlare e da allora ho continuato la conversazione. Ho fatto a Susan alcune domande su quando è venuta a Champaign-Urbana, qual è la sua pratica, come è arrivata a fare con gli altri e cosa sta facendo ora. Mentre leggere con Susan è un’esperienza elettrizzante a sé stante, puoi anche vederla nell’ultimo episodio di Art Now della città di Urbana ! serie, o fare cose con lei impegnandosi in School for Designing Society , o guardando la sua nuova commedia, STOP That.Quando sei arrivata e da quanto tempo vivi a Champaign-Urbana? Susan Parenti: Sono arrivata a Champaign Urbana nel 1974 per far parte del programma di Master / Dottorato in Composizione Musicale presso la Scuola di Musica dell’UIUC. Anche se viaggio molto, considero Champaign Urbana la mia casa. Faccio un sospiro di sollievo ogni volta che arrivo a Champaign Urbana. Sono ispirato dal modo in cui descrivi il fare le cose e come questa pratica del fare è così importante per vivere. Quali sono le cose che ti fanno venir voglia di fare cose? Parenti : Inizialmente mi sono rivolta alla composizione musicale e al pianoforte come una via d’uscita dalla logica e dal linguaggio parlato / scritto. Sono cresciuto durante l’invasione americana del Vietnam (chiamata erroneamente la guerra del Vietnam, come se i vietnamiti fossero gli aggressori) e sono arrivato a credere che ci fosse una connessione irriverente tra linguaggio, logica, uccisione. Mi sono rivolta alla pratica seria del pianoforte e alla composizione musicale come un modo per nascondermi dal linguaggio, dalla logica e dall’uccisione. La musica era il posto sicuro sotto il tavolo dove nessuno poteva parlarmi, perché parlare faceva male. Esercitandomi con il pianoforte mi nascondevo in un albero benevolo, cercando di comporre musica come quella di Chopin viaggiavo in un paese straniero amichevole dove nessuno conosce la violenza. Chi sono le persone nella tua vita che hanno ispirato questo processo e sostenuto pratiche di creazione?Parenti: Quando sono arrivato alla Scuola di musica dell’UIUC, ho incontrato il compositore, scrittore e attivista Herbert Brün, un professore di composizione. Aveva intorno a sé una cerchia ribelle di studenti; aveva una moglie, Marianne Kortner Brün, che aveva lavorato con Bertold Brecht e ha parlato. Aveva una famiglia che era stata uccisa durante l’Olocausto. Ha affermato che la composizione era traccia di processi deliberatamente stabiliti in base ai quali il compositore criticava l’attuale sistema sociale e / o ne proponeva uno diverso desiderabile. Portando via il mio nascondiglio? Lo odiavo per questo, ho discusso contro quello che diceva. Ma che possibilità di litigare ha qualcuno che ha abbandonato il linguaggio e la logica per rinunciare all’uccisione? All’improvviso i ruoli della composizione, della musica, della poesia e del teatro sono diventati estremamente importanti, molto importanti, ma come potevo nascondermi in ciò che è importante, cosa è grande? Avrei voluto non averlo mai incontrato; Avrei voluto incontrarlo 15 anni prima. Nel seminario di Herbert per la composizione sperimentale il cerchio di studenti ribelli litigò ferocemente con Herbert, ferocemente tra loro (questo era durante l’invasione americana del Vietnam, ricordate), ma poi, quando ci fu un momento di pausa, furono immediatamente amichevoli e amorevoli l’uno con l’altro, prendendosi caffè e ciambelle. Non potevo capirlo, non capirli. Sono stati tutti incredibilmente amichevoli e inclusivi con me, offrendomi l’uso della loro auto, di me che venivo a cena, di fare il bucato a casa loro. Erano ardentemente coinvolti nella lotta contro il terrorismo legalmente autorizzato: la guerra. Piangevano mentre guardavano la TV, con i grossi nasi insipidi dei giornalisti obiettivi che guidavano tutti per il naso. Suonavano musica strana, poesia incomprensibile, discutevano di qualcosa che qualcuno scriveva per ore con grande attenzione. Non riuscivo a capirlo. Potrei capirlo. Come ti ha ispirato questo gruppo?Parenti : Qui era il paese straniero amico dove nessuno conosce la violenza. Ci sono voluti anni in cui volevo quella connessione tra composizione e cambiamento sociale, ma discutendone contro, perché ci trovassi la mia vita. Ho letto e ascoltato cose che Herbert e sua moglie Manni e gli studenti hanno scritto e composto; Ho composto le cose da solo, cercando di fare del linguaggio il mio amico, non il mio aguzzino. Ho composto processi, torcendo e plasmando la logica, senza lasciare che avesse l’ultima parola. Quando Einstein ha detto: “Non usiamo il pensiero che ha creato il problema, per creare la soluzione”, stava parlando di composizione, attivismo, educazione e performance. Mi sono innamorato di questo gruppo di persone, di questa attività di discutere, prendersi cura e fare cose strane, di ascoltare attentamente qualcosa di inventato, di preoccuparsi ardentemente del benessere del maker-upper. Ho passato le mie giornate a cercare di far accadere queste dinamiche, queste collettività, queste ardenze ancora e ancora. La voracità di un amante che si è innamorato e non cadrà. A quali progetti stai lavorando attualmente?Parenti : L’ombrello, il nido, per le mie / nostre attività è School for Designing a Society – e invitiamo le persone a connettersi con noi e con quello. La Scuola, fondata nel 1991, è un progetto di insegnanti, artisti, artisti e attivisti. Si tratta di un esperimento in corso nella creazione di ambienti di vita temporanei in cui la domanda “Che cosa considererei una società desiderabile” è trattata in modo serio e giocoso e considerata come input per progetti creativi. Attualmente stiamo scrivendo e rappresentando spettacoli di marionette sul tema dell’immigrazione, e li eseguiamo settimanalmente al Mercato di Urbana in Piazza. Abbiamo anche un seminario settimanale sull’immigrazione la domenica di ottobre, dalle 16:00 alle 18:00, al 122 Franklin a Urbana.(intervista a Susan Parenti, moglie di Path Adams Trad.ne L.S.) Dopo aver saputo della morte di Robin Williams, ha rilasciato questa dichiarazione: La terribile notizia della scomparsa di Robin Williams mi è arrivata qui nell’Amazzonia peruviana lunedì sera tardi con tremenda tristezza. Circondati da oltre 100 amici e clown durante il nostro viaggio annuale di clown, piangiamo questa tragica perdita e continuiamo a far tesoro del suo genio comico. Robin Williams era un uomo meraviglioso, gentile e generoso. Una cosa importante che ricordo della sua personalità è che non aveva pretese: non si comportava mai come se fosse potente o famoso. Invece, era sempre tenero e accogliente, pronto ad aiutare gli altri con un sorriso o uno scherzo. Robin è stato un comico brillante, non ci sono dubbi. Era un essere umano compassionevole e premuroso. Mentre lo guardavo lavorare sul set del film basato sulla mia vita – Patch Adams–Ho visto che ogni volta che c’era un momento stressante, Robin attingeva al suo stile di improvvisazione per alleggerire l’atmosfera del cast e della troupe. Inoltre, vorrei sottolineare che Robin sarebbe stata particolarmente gentile con i miei figli quando avrebbero visitato il set. Contrariamente a quante persone possono vederlo, in realtà mi sembrava un introverso. Quando ha invitato me e la mia famiglia a casa sua, ha apprezzato la pace e la tranquillità, la possibilità di respirare, un’opportunità per allontanarsi dalla fama che il suo talento gli ha portato. Fin da piccolo, si è rivolto all’uso di droghe e all’alcol per fuggire, ha sostituito la dipendenza con momenti di solitudine per aiutare a far fronte allo stress che la fama ha portato. Questo mondo non è gentile con le persone che diventano famose e la fama che si era guadagnato è stata un incubo. Sebbene rattristati, ci ritroviamo con le conseguenze della sua morte. Sono enormemente grato per la sua meravigliosa performance dei miei primi anni di vita, che ha permesso al Gesundheit! Istituto per continuare ed espandere il nostro lavoro. Estendiamo le nostre benedizioni alla sua famiglia e ai suoi amici in questo momento di tristezza. Grazie per tutto quello che hai dato a questo mondo Robin, grazie amico mio.( Patch Adams, 12 agosto 2014) Il film con Robin Williams è assolutamente da vedere! La connessione tra umore, stato di salute e medicina è innegabile. Che la comicità sia un vero toccasana per l’umore e la salute è un fatto, che i comici siano degli straordinari benefattori dell’umanità è un fatto, da questo il detto: il riso fa buon sangue. Non da niente nasce: lo yoga della risata, allora su con l’umore e l’umorismo!